Sul valore delle biblioteche. Parte 1

Nel 2013 l’AIB Lazio ha pubblicato un volume sul valore delle biblioteche dal titolo “Biblioteche: valore e valori.” Il volume raccoglie i contributi di una giornata seminariale dedicata alle biblioteche, al loro valore ,alla misurazione e valutazione di impatto. Nelle indagini sulla valutazione dell’ impatto individuale alcuni degli argomenti maggiormente indagati sono:

– l’aumento di informazioni e conoscenza;

– l’acquisizione di nuove competenze.

L’information literacy è, dunque, una delle funzioni fondamentali della biblioteca, che sia accademica, di ricerca o pubblica. Ha un impatto sugli utenti che può essere misurato attraverso indagini e focus group. Il bibliotecario diventa educatore e formatore. Anche la biblioteca digitale esalta questo ruolo.  Nel documento CNUR sul rilancio delle biblioteche universitarie e di ricerca abbiamo voluto sottolineare l’importanza del ruolo di formatore, raccomandando che:

le università e i centri di ricerca si dotino di programmi specifici di educazione e formazione dell’utenza (Information Literacy). Scopo di tali programmi è di aiutare alla trasformazione dell’informazione documentale in processi conoscitivi di tipo individuale e sociale.

In collaborazione con le comunità dei docenti universitari, le biblioteche universitarie e di ricerca potranno integrare i contenuti dei percorsi curricolari con ore di lezione riconosciute da crediti formativi dedicate all’utilizzo della biblioteca fisica, digitale ed agli strumenti avanzati di ricerca (Information Retrieval) e di disseminazione dell’informazione.

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...