Il contesto micro e macro delle biblioteche universitarie: interventi all’Unconference su cui riflettere

Ho particolarmente apprezzato durante l’Unconference gli interventi di Capaccioni, Minsenti e  Maraviglia, perché hanno toccato il problema chiave delle biblioteche universitarie: il problema di conoscere il contesto micro e macro per adeguare missione, organizzazione e servizi.

Capaccioni ha osservato che individuare i diversi bisogni degli utenti è la premessa necessaria di ogni riorganizzazione e poichè l’utenza scientifica e umanistica è diversa per le esigenze ad esempio di tipologie di risorse e di spazi, le risposte saranno diversificate http://www.slideshare.net/AndreaApacx/academic-library-capaccioni1.

Minsenti ha lanciato una provocazione (già discussa nella lista dei bibliotecari di Wikipedia http://mailman.wikimedia.it/pipermail/bibliotecari/2013-September/author.html): ha esposto il suo approccio personalizzato al servizio, quello del bibliotecario con un rapporto diretto con gli utenti, che si potrebbe chiamare anche “diffuse librarian”.  Questo modello di servizio può contrastare la visione dei sistemi bibliotecari di ateneo concepita negli anni ’90, che potrebbe rischiare di allontanare le biblioteche dai dipartimenti. Quindi la domanda che ha posto è stata: per essere “realmente” strumentali alle attività di ricerca e didattica, tutte ora allocate presso i dipartimenti, come dovrebbero essere organizzate le biblioteche universitarie?

Maraviglia ha evidenziato quanto sia importante integrare le biblioteche nella politica di Ateneo, anche e soprattutto essendo presenti come SBA nei tavoli dove si decide la strategia universitaria ed anche la distribuzione delle risorse. Questo comporta un approccio diverso  delle biblioteche che devono partire non dai problemi delle biblioteche (o delle strategia di sopravvivenza) ma dal punto di vista delle problematiche dell’Università e di come le biblioteche possono in modo specifico e visibile fare sinergia con tutti gli altri Uffici.

Il contesto micro (della biblioteca) e macro (dell’Università) non possono essere in contrasto e se oggi c’è un gap tra SBA e bibliotecari, anche solo di comunicazione, questo va corretto. Non si può tornare però alla discussione tra centralizzazione e decentramento degli anni ’90 in cui si confrontavano i rischi della frammentazione e quelli della centralizzazione! L’organizzazione del servizio di accesso e condivisione dell’informazione (la missione indicata nel documento CNUR) non va confusa con la parcellizzazione della struttura organizzativa. Abbiamo forse perso la memoria delle bibliotechine dietro le spalle dei professori? e dei bibliotecari-usceri custodi e magazzinieri?

In era digitale, Wendy Lougee citata nella discussione sulla Diffuse Library parla di allineare le biblioteche universitarie all’assetto strategico delle università: con tre casi di studio esemplifica molto bene le tipologie di nuovi servizi e nuovi ruoli che abbiamo discusso nel Documento CNUR e nell’Unconference.

Lougee, Wendy P. “The Diffuse Library Revisited: Aligning the Library as Strategic Asset,” Library Hi Tech, 27:4 (2009), 610-623. Una versione aperta accessibile a:  http://biecoll.ub.uni-bielefeld.de/volltexte/2010/5008/pdf/lougee_final_rd.pdf

Abbiamo  oggi l’opportunità di migliorare il ruolo del bibliotecario universitario sia come qualifiche che come profili, con compiti diversificati, da quello del bibliotecario esperto (reference librarian, subject librarian, data librarian, ecc.) a quello che ha un ruolo leader di strategie e di coordinamento. Almeno due passi avanti per i bibliotecari universitari oggi, nessun passo indietro!!

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...